Pagamenti Cassa Edile

Come da accordo delle Parti Sociali nazionali dell’edilizia del 23 marzo 2020 comunichiamo quanto segue:
  • I versamenti (accantonamenti e contributi) relativi ai mesi di febbraio e marzo 2020 possono essere prorogati fino al 31 maggio 2020. Rimane fermo l’obbligo di presentazione delle denunce (MUT) secondo le scadenze previste.
  • Al termine del periodo di sospensione, i versamenti prorogati potranno anche essere oggetto di rateizzazione, senza sanzioni né interessi, per un massimo di 4 rate.
  • Eventuali mancati versamenti dei mesi di febbraio e marzo 2020, in virtù della proroga sopra indicata, non incideranno sulla regolarità del DURC.
  • La Cassa Edile di Bolzano anticiperà l’erogazione dell’anzianità professionale edile (APE) agli operai aventi diritto al 3 aprile 2020.
  • La Cassa Edile di Bolzano effettuerà una liquidazione straordinaria dell’accantonamento versato per i mesi ottobre, novembre e dicembre 2019 il 29 aprile 2020.
  • La liquidazione dell'accantonamento versato per i mesi gennaio, febbraio, marzo e aprile 2020 avverrà il 3 luglio 2020.

I lavoratori che NON ci hanno ancora comunicato i dati del proprio conto corrente bancario sono invitati a farlo SUBITO tramite e-mail!

Cassa integrazione guadagni CIGD apprendisti

Il decreto “Cura Italia“ prevede che le province autonome possono estendere il beneficio della cassa integrazione guadagni in deroga (CIGD) a favore di tutti i dipendenti del settore privato che non hanno diritto ad altri sussidi.

Su questa base la Provincia Autonoma di Bolzano–Alto Adige ha stipulato un accordo quadro locale per il regolamento di suddette posizioni che prevede l’attivazione di prestazioni straordinarie attraverso risorse finanziarie della Provincia. L’articolo 4 dell’accordo cita tra i lavoratori beneficiari anche “…. gli apprendisti di qualsiasi livello e di qualsiasi forma contrattuale ….”

L’assessore Achammer e le parti sociali della Cassa Edile hanno ora precisato che anche le imprese del settore edile possono avvalersi della prestazione della cassa integrazione guadagni in deroga per i loro apprendisti. L’accordo quadro locale è quindi applicato anche agli apprendisti del settore edile.
Le relative domande devono essere indirizzate direttamente all’INPS, secondo la circolare INPS n.1658 del 17 aprile 2020.

L’accordo delle parti sociali della Cassa Edile del 20 marzo 2020 è così abrogato. Di conseguenza, le relative domande di prestazione per gli apprendisti già pervenute alla Cassa Edile saranno archiviate e non erogate.

Invitiamo pertanto a presentare la domanda per ogni singolo apprendista direttamente all’INPS per rivendicare il diritto all’indennità di cassa integrazione guadagni in deroga.